Fight or Flight: gestirne le conseguenze

Mi è capitato questo: tornavo di notte in macchina su un crinale appenninico. Per quanto vada spedita, mi sono abituata a fare attenzione ai movimenti nel buio, perché gli animali sbucano fuori all’improvviso e in vent’anni di percorrenze quasi quotidiane sono riuscita a non investirne mai nessuno. Ieri ho incontrato parecchi amici che si fidano di più ad andare in giro di notte per non incontrare noi umani: una lepre e un gatto che mi hanno attraversato la strada, un daino, una faina e un tasso… Un maledetto tasso che mi si è buttato sotto l’auto costringendomi a inchiodare e non so proprio come ne sia uscito indenne. Sicuramente avrà avuto tutti i sintomi della reazione attacco-fuga: quel

Primavera: consigli pratici per avere più energia.

Quale energia? Che la primavera porti cambiamento è evidente pressoché a tutte e tutti. E spesso questo si nota dagli scompensi che ne derivano. C’è chi non riesce a svegliarsi al mattino, e chi invece fa più difficoltà ad addormentarsi la sera. Entrambe queste situazioni, ma anche risvegli notturni o stanchezza durante la giornata, quando sono stagionali, possono avere origine dalla condizione energetica del nostro fegato, perché è lui che ha il compito di METTERE IN MOTO L’ENERGIA, ciò che appunto avviene in primavera. Il movimento energetico inverte la sua rotta, procedendo dall’interno, in cui si era approfondito durante l’inverno, verso l’esterno e verso l’alto. Esattamente come i germo

Eccoci qui

La missione che sentiamo di più noi di Verso il mondo nuovo, è aiutare le persone a rendersi consapevoli del proprio stato di benessere e a prendersene cura, perché, in fondo, ogni successo o insuccesso nella nostra vita si basa su chi siamo e come stiamo, nel momento presente. Solo dal presente si costruisce ogni futuro; la qualità dell’energia che ci sostiene nel qui e ora è la stessa che ci guida nel nostro procedere e lo condiziona. Posso dire, per esperienza personale, che partire da sé è l’unica vera premessa per arrivare ovunque. Troppo spesso “l’uomo sano è un malato che ignora sé stesso” (George Simenon, Il grande Bob), questa è la condizione tipica dei nostri tempi in cui ci siamo

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square

CONTATTI:

versoilmondonuovo@gmail.com

+ 39 371 1853935

© 2017 by Ecologica

  • Black Facebook Icon